La sfida al cambiamento

Nell’arco dell’ultimo decennio abbiamo vissuto un cambiamento significativo nell’ambito della comunicazione umana grazie all’avvento dei social network.

L’essere umano vive in una società con cui interagisce; il senso di appartenenza e la necessitá di comunicare fa parte della sua indole: condividere e conoscere con i propri amici, conoscenti e anche con i propri colleghi.

Questa nuova modalità di comunicare ha dato a molti manager di aziende una nuova visione imprenditoriale.

Durante un evento IBM è stato esposto un concetto che è rimasto ben impresso nella mia mente “l’essere umano ha due orecchie e una bocca” quindi la natura ci dice che dovremmo ascoltare di più e parlare di meno. A questa bellissima visione mi piace pensare di poter aggiungere due mani: dobbiamo scrivere e condividere più di quanto fossimo abituati a fare in passato, la sfida al cambiamento ci spinge a guardare OLTRE.

Le comunità spontanee che si organizzano rappresentano dei centri importanti in cui si aggregano le persone: in esse circolano esperienze, discussioni, idee e informazioni.

Le grandi aziende, ma non solo quelle, hanno colto l’importanza di tutto questo e già operano alla costruzione di comunità aziendali che permettano la libera circolazione di informazioni ed esperienze; quello che poi avviene è che queste comunità si estendono anche all’esterno dell’azienda, ai propri clienti, fornitori e prospect.

Si sono venute a creare delle nuove strutture di coordinamento e delle nuove figure professionali il Social Media Manager oppure il Social Media Operation, con la responsabilità di promuovere le funzionalità e il valore aggiunto dello strumento.

Ma la sfida ora passa alle piccole e medie aziende. Se queste vogliono innovarsi e stare al passo con il mercato, devono introdurre una metodologia lavorativa più dinamica uno strumento strategico di organizzazione:  il social business network. Il cambiamento paradossalmente nelle PMI avviene con dei tempi completamente diversi perché immediatamente le risorse valorizzano questo strumento di collaborazione.

Periodicamente organizziamo presso IBM Client Center di Segrate, in sinergia con IBM, un evento che ci piace definire “una tavola d’incontro e di confronto”, durante il quale abbiamo presentato l’offering IBM Social Business Platform, basata su:

le nuove funzionalità di Notes 9.0 Social Edition, il primo “passo” per avvicinare le aziende una piattaforma Social Business;

IBM Connections la soluzione social software disegnata appositamente per il business, formata da 8 servizi integrabili in maniera incrementale in funzione delle singole esigenze;

IBM SmartCloud for Social Business l’offerta Cloud per introdurre le nuove modalità di comunicazione e collaborazione tra dipendenti, clienti, fornitori e partner consentendo la trasformazione del modo di lavorare delle organizzazioni. Questa soluzione garantisce il pieno rispetto dei requisiti di legge in materia di protezione dei dati grazie al Data Center Europeo in Germania.

In autunno replicheremo l’esperienza, nel frattempo stiamo organizzando questo evento presso alcuni clienti che non sono riusciti a partecipare, perché avevano l’esigenza di coinvolgere figure professionali differenti dell’azienda; infatti è questo ciò che accade in un progetto social business vengono coinvolti più “attori” che partecipano attivamente alla realizzazione.

Il successo di un’azienda dipende dalle persone che stringono relazioni, fanno circolare le idee e creano fiducia.

L’investimento economico è diventato alla portata di tutti e l’integrazione avviene in modo incrementale.

Se leggendo questo BLOG avete trovato spunti interessanti che volete approfondire o  desiderate organizzare presso la vostra azienda l’incontro THE “SOCIAL” EVENT contattatemi.